“Mergând, învăţaţi toate neamurile, botezându-le în numele Tatălui şi al Fiului şi al Sfântului Duh.”

Episcopia Ortodoxă Română a Italiei

Centrul de Pelerinaje Sfinții Apostoli Petru și Pavel

Pelerinaj în Muntele Athos al credincioșilor de la Como si Vigevano

Viaggio sul Monte Athos, porta del cielo



Mai avrei immaginato di poter visitare il Santo Monte dell'Ortodossia : l'Athos.
L'opportunità provvidenziale concessami per alcuni giorni è stata fonte di stupore e dono spirituale.
Quel luogo incontaminato dalla frenesia contemporanea e dalla mondanità mi ha permesso di scoprire le radici primordiali del cristianesimo ancorate all'antica chiesa 
bizantina dell'oriente.
Lo stupore e la gioia hanno accompagnato la visita di tanti monasteri che dalle possenti mura potevano destare timore ma all'interno, il cuore di quegli antichi edifici, custodiva il ritmo della preghiera e lo splendore delle icone che vogliono anticipare la visione beatifica del mondo celeste. Ogni monastero aveva la sua identità , la sua atmosfera: ciascuno formava un'entità unica. Anche il tempo scorre non solo in una differente direzione ma anche in modo diverso, sulla santa montagna è ancora in uso il calendario giuliano e vige ancora il sistema bizantino per scandire le ore del giorno.
Le icone della Gran Madre di Dio, Maria Santissima, hanno posti d'onore in ogni monastero. Lei, regina del Monte Athos, splende nelle immagini e nel rispetto di monaci e pellegrini. Non è esagerato supporre che in quei monasteri dimori in modo privilegiato la ricerca delle cose di Dio, il silenzio, la preghiera , il lavoro sono elementi primari per incontrare Cristo: è la scuola monastica che caratterizza il monachesimo orientale ed occidentale dai primordi della Chiesa. 
Le difficoltà per raggiungere alcune tappe del viaggio sono state ricompensate dalla bellezza e dalla soavità dei luoghi.
Rimarrà indelebile il ricordo di questo itinerario dello spirito e mi consola il potermi rifugiare in quei luoghi con la mente e la preghiera  per sotrarmi ai momenti di stanchezza o difficoltà certo che ancora in questo mondo vi siano vere oasi di ascesi e di intimità con il divino. 
Quante emozioni, impressioni, stati d'animo, nel viaggio alle pendici del Santo Monte  che hanno plasmato un nuovo capitolo della mia vita.
Un ringraziamento particolare agli organizzatori del viaggio, i confratelli nel sacerdozio unico di Cristo e agli amici conosciuti in questa splendida esperienza.
d.P.B

 

 

Mai multe fotografii găsiți aici